LETTERA DEL DIRIGENTE A STUDENTESSE, STUDENTI, GENITORI

Care studentesse e cari studenti, Gentili genitori,

l’avvio di un nuovo anno scolastico è sempre un momento significativo nella vita di una comunità e questo lo è ancora di più in quanto è un nuovo inizio TUTTI IN PRESENZA.

Dopo un anno e mezzo difficile per tutti e che difficilmente dimenticheremo, questo nuovo inizio non è un semplice ritorno alla “normalità”

Abbiamo ascoltato più volte la frase “nulla sarà come prima”, e di ciò siamo tutti pienamente consapevoli. Quanto è accaduto in questi lunghi mesi, l’emergenza epidemiologica, ci ha profondamente segnati e cambiati: nel nostro modo di essere, nelle nostre abitudini, nel nostro modo di vedere e interpretare il mondo che ci circonda.

Quanto è accaduto ha inciso profondamente anche sul modo stesso di fare scuola. Ci sarà tempo e modo per meglio comprendere, interpretare, valutare cosa tutto ciò ha prodotto, ora si tratta di “ripartire”, ritornare a scuola, avendo ben chiaro che la “normalità” che ci apprestiamo a vivere è quella che non può non fare i conti con quanto abbiamo vissuto, e ancora viviamo.

Care ragazze e ragazzi, se è vero che in questi lunghi mesi molto è stato perso,

“…molto è stato preso, molto aspetta;

e anche se noi non siamo ora quella forza che in giorni antichi mosse terra e cieli,

ciò che siamo, siamo;

un’eguale indole di eroici cuori, …. forti nella volontà di combattere, cercare, trovare, e di non cedere.

… “Non è troppo tardi per cercare un mondo più nuovo

(Ulysses, Alfred Tennyson)

 

E’ con questo spirito che “ripartiamo”, consapevoli che siamo in una fase ancora difficile e delicata, ma altrettanto consapevoli che tutti insieme, responsabilmente, sapremo far fronte agli ostacoli che incontreremo.

Tornare a scuola, “restituire la scuola alla scuola”, significa restituirla a voi, studentesse e studenti, alla vostra passione e al vostro coraggio nell’affrontare e superare la paura di non vedere realizzati i vostri obiettivi, desideri, progetti; significa restituirla agli “spazi” della conoscenza, delle emozioni, della condivisione, della relazione che è fatta anche di “gioco”, di sguardi, e anche di “quattro chiacchiere fra amici”. 

Tornare a scuola, tutti in presenza, affinché la scuola continui ad essere il luogo della accoglienza, della inclusione, della crescita culturale di tutti e di ciascuno.

Tornare a scuola, tutti in presenza in sicurezza e senza paura consapevoli di scrivere tutti insieme un capitolo nuovo e determinante nella storia della nostro Istituto.

Per affrontare questa nuova normalità siamo tutti chiamati a mettere di nuovo in campo il meglio di noi stessi, anzi dobbiamo fare ancora meglio, perché tornare a scuola tutti insieme e tutti in presenza è un obiettivo da raggiungere ogni giorno. Per realizzare questo obiettivo, è indispensabile la collaborazione di tutti nel condividere e fare proprio ogni sforzo teso all’attivazione e al funzionamento di un’organizzazione complessa che garantisca il “diritto alla scuola” nel massimo della sicurezza possibile, rispettando regole e modalità che richiamano la responsabilità di ciascuno, perché “non c’è una responsabilità superiore che consenta di fare a meno di quella di ciascuno di noi” (Presidente S. Mattarella).

Care ragazze e ragazzi, gentili genitori, il rispetto delle modalità e regole comportamentali non può dirsi sacrificio se persegue la realizzazione dei vostri bisogni, desideri, progetti.

Le prime regole generali essenziali da rispettare per il rientro a scuola in sicurezza sono cinque:

  1. Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore) parlane subito con i genitori e NON venire a scuola.
  2. Quando sei a scuola indossa una mascherina per la protezione del naso e della bocca.
  3. Segui le indicazioni degli insegnanti e rispetta la segnaletica
  4. Mantieni sempre la distanza di 1 metro, evita gli assembramenti (soprattutto in entrata e uscita) e il contatto fisico con i compagni.
  5. Lava frequentemente le mani o usa gli appositi dispenser per tenerle pulite; evita di toccarti il viso e la mascherina.

Accanto a queste, sulla base delle direttive via via pervenute, si è lavorato, con l’instancabile contributo di tutte le componenti, organi e figure della scuola e del Consiglio di Istituto, ad un piano delle misure contenitive e organizzative di prevenzione e protezione che ha  tenuto conto delle specifiche caratteristiche logistiche e strutturali della nostra scuola, del contesto cittadino, delle risorse disponibili, delle  caratteristiche e delle esigenze dell’utenza, delle priorità didattiche e pedagogiche.

Rinviando al dettagliato piano che verrà pubblicato nei prossimi giorni unitamente a tutti i regolamenti e agli specifici protocolli, e sarà illustrato in apposite riunioni a tutte le componenti della comunità scolastica e in particolare agli studenti, nei primi giorni di lezione, ne sintetizzo di seguito le linee salienti.

  1. Possono accedere all’Istituto solo e unicamente le persone autorizzate.
  2. A ciascuna persona autorizzata all’accesso e permanenza in Istituto è fatto obbligo di:
  • Essere munita di green pass
  • Indossare la mascherina
  • Sanificare con l’apposito gel le mani
  • Registrare la presenza
  • Mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro
  • Osservare le regole previste per le diverse categorie
  1. L’accesso in istituto con veicoli a motore è consentito solo ai veicoli autorizzati
  2. L’accesso in istituto è consentito solo agli studenti i cui genitori hanno sottoscritto il Patto di Corresponsabilità.
  3. L’orario di lezione sarà articolato su cinque giorni, dal lunedì al venerdì.
  4. L’ingresso/uscita degli studenti è articolato su più turni:

 

INGRESSO

  1. Gli alunni del TRIENNIO dovranno essere presenti in classe alle ore 8.00.

Sarà loro consentito l’ingresso con apertura cancello a partire dalle ore 7,50 per consentire di defluire velocemente verso le aule, senza assembrarsi nelle aree comuni;

  1. Gli alunni del BIENNIO dovranno essere presenti in classe alle ore 8.10.

Sarà loro consentito l’ingresso con apertura cancello a partire dalle ore 8,00 per consentire di defluire velocemente verso le aule, senza assembrarsi nelle aree comuni;

 

USCITA (a regime, con orario definitivo)

  1. Gli alunni del  TRIENNIO (tenuto conto del monte ore settimanale di 30 ore) usciranno alle ore 14,00
  2. Gli alunni del  BIENNIO (tenuto conto del monte ore settimanale di 27 ore): tre giorni su cinque usciranno alle13,00; due giorni su  cinque usciranno alle ore 14,00

L’uscita delle classi sul medesimo piano verrà scaglionata di qualche minuto e gli studenti attenderanno che la classe uscita precedentemente sia defluita nel corridoio e si sia incanalata nel proprio percorso prima di uscire dall’aula.

  1. Ciascuna classe ha la sua aula fissa per tutto l’anno
  2. I percorsi di ingresso e di uscita degli studenti sono differenziati per ciascuna classe utilizzando tutti gli accessi disponibili e sono contrassegnati con diversi colori.
  3. I percorsi, la collocazione delle aule e ogni altra informazione necessaria al fine di garantire il veloce flusso per evitare assembramento e il rispetto del distanziamento sono indicati da apposita cartellonistica e segnaletica verticale e orizzontale
  4. Ciascuno studente dall’ingresso in Istituto e per tutta la durata di permanenza e fino all’uscita dallo stesso dovrà indossare la mascherina, nonché il cartellino di riconoscimento ben visibile recante foto con nome e cognome, classe, sez. e bollino indicante il “settore” (percorso-aula) di appartenenza
  5. In ciascuna aula i banchi sono disposti in modo da garantire il distanziamento previsto dalle indicazioni sanitarie e non dovranno in alcun caso essere spostati.
  6. I locali scolastici andranno opportunamente areati avendo cura di provvedere alla frequente apertura delle finestre
  7. L’uscita dalle aule per recarsi al bagno o al bar è consentita a non più di un alunno per classe, previa autorizzazione del docente. Agli studenti non è consentito trattenersi negli spazi comuni o nei  corridoi più dello strettamente necessario.

 

Cari Studenti, gentili Genitori,

Il 15 p.v si parte. Ma non si parte a regime.

Intanto anticiperemo la accoglienza delle nuove compagne e compagni che per la prima volta entrano nel nostro liceo il giorno 14 settembre.

Per affrontare al meglio alcune difficoltà che richiederanno un po’ di tempo per essere risolte partiremo con un orario provvisorio (per il quale si rimanda agli avvisi specifici).

Care ragazze e ragazzi, gentili Genitori,

La scuola diventa comunità educante se effettivamente ognuno, per quel che è e può, fa la sua parte, senza sconti, nel rispetto coscienzioso di tutti.

Nel ringraziare già tutti, permettetemi di sottolineare, in ultimo, come il Nostro Istituto, la grande comunità del Vittorini, è tale perché ha sempre, nella sua storia, saputo affrontare le difficoltà, è andata oltre le difficoltà.

Bentornati a scuola, ragazze e ragazzi. Finalmente la scuola, che dal monocromatismo di questi lunghi mesi torna a colorarsi dei suoni e dei vostri sorrisi.

Il grande musicista E. Bosso diceva che la vita è una musica meravigliosa, io aggiungo che è la scuola che dà lo strumento per poterla suonare.

Auguro a ciascuno di voi, a noi tutti, un buon anno scolastico.

Sia la vostra una meravigliosa melodia.

 

Napoli, 13 settembre 2021

Il Dirigente Scolastico

                                                                                   Prof. Giuseppe Tranchini

Documento informatico firmato digitalmente

ai sensi del D.Lgs.82/2005 s.m.i. e norme collegate