LETTERA AGLI STUDENTI

Ai nostri studenti

Cari ragazzi,

le nostre aule riecheggiano in questi giorni di un assurdo silenzio. Ci mancate.

Sentiamo la necessità di comunicare con voi, questa volta non per sollecitarvi a venire a scuola, ma per invitarvi a restare a casa.

Ogni giorno vi educhiamo al senso di responsabilità e a riflettere sulle conseguenze che le scelte e le azioni, anche banali e inconsapevoli, di ciascuno di noi possono avere sulla nostra vita e su quella degli altri. 

Questo è tanto più vero oggi. STATE A CASA. Fatelo per voi stessi, per la nostra comunità, per i vostri cari.

Noi, che siamo cresciuti sui muretti e nei cortili, abbiamo imparato da voi che si può condividere la vita, coltivare amicizie, interessi, passioni anche in rete. Continuate ad insegnarcelo, voi che siete più bravi ed esperti di noi!

Vi abbiamo sempre detto di spegnere i cellulari e di staccarvi dai computer, ma adesso vi diciamo di utilizzarli come strumenti per continuare ad essere in relazione con gli altri, per non sentirvi soli, per mantenere viva la nostra comunità senza correre inutili rischi.

Questo momento passerà presto e presto i vostri echi di vita torneranno a riempire le nostre aule.

Nel frattempo vi siamo vicini, siamo a vostra disposizione per qualunque supporto vi occorra. Contattateci quando ne sentite la necessità.

Noi siamo qui.

Vi aspettiamo per ricominciare a scambiarci sguardi, sorrisi, rimproveri, incoraggiamenti.

 A presto.

Il Dirigente Scolastico, i docenti, il personale tutto del Liceo Vittorini